I gratta e vinci che verranno prossimamente tolti dal mercato

La Federazione Italiana Tabaccai (FIT) ha recentemente fatto sapere che verranno tolti dal mercato alcuni gratta e vinci per lasciar spazio a nuovi grattini presto in arrivo, sia nella versione cartacea che come gratta e vinci online affidabili.

A fronte di nuovi Gratta e Vinci lanciati sul mercato,” si legge sul comunicato “altri concludono il loro percorso e vanno definitivamente in pensione. Non si conosce ancora la data di pubblicazione del provvedimento sul sito istituzionale dell’ADM, sebbene, secondo le previsioni, non dovrebbe tardare oltre i primi giorni del prossimo mese di aprile“. Vediamo allora quali saranno i biglietti oggetto di rimozione.

Quali biglietti andranno in pensione?

Alcuni biglietti sono legati a particolari eventi e festività, ed è normale vederli lasciare i banconi degli esercenti passate le feste. Come “Bianco Natale“, ad esempio, ma anche “Il Villaggio di Natale“. Grattaevinci che avranno portato qualche regalo durante le festività natalizie e che, adesso, è giusto vadano in pensione.

Fa strano leggere il nome de “I Simboli del Miliardario” tra i biglietti prossimi al pensionamento. Un biglietto della serie legata al Miliardario, tra i gratta e vinci Snai che, evidentemente, non ha lasciato il segno come il suo parente più famoso. Lascerà posto ad altri biglietti anche “Linea Vincente“, il gratta e vinci da 5€ con premio massimo fino a 500.000€, e “M’AMA non M’AMA“. Quest’ultimo ci sorprende parecchio, perché lo avevamo recensito come uno dei migliori gratta e vinci 3 euro in circolazione. Ma evidentemente c’è una fine per tutto.

FIT ha fatto sapere che “Ad ogni modo, è meglio non indugiare. È, dunque, di fondamentale importanza verificare fin da subito se in rivendita sono presenti giacenze dei biglietti menzionati, in modo tale da smaltire tempestivamente ogni eventuale scorta residua. Del resto, i tabaccai possono per il momento ancora provvedere alla vendita di biglietti giacenti, così come i giocatori hanno per qualche settimana ancora la possibilità di incassare le eventuali vincite.

Ovviamente, tutto ciò fin quando la determina sarà pubblicata e, dunque, cominceranno a decorrere i 45 giorni previsti dagli ambiti regolamentari, oltre i quali non si potranno più vendere i tagliandi né tantomeno incassare le vincite. Rammentiamo che la cessazione di alcune lotterie è un processo naturale che coinvolge il mondo dei Gratta e Vinci. Variare l’assortimento e provvedere al rilascio di nuove meccaniche di gioco, magari più accattivanti o appaganti, risulta di fondamentale importanza.

Attenzione, dunque, all’acquisto dei biglietti menzionati, perché tra non molto potrebbero essere presi di mira dall’ADM e venire definitivamente annullati. Il consiglio, in questi casi, è di scegliere i migliori gratta e vinci online, così da essere sicuri che siano validi e totalmente regolari.